Il decreto fiscale amplia le esenzioni Irpef

Il decreto fiscale amplia le esenzioni Irpef

Non concorrono a formare il reddito imponibile le somme, i servizi e le prestazioni erogate dal datore di lavoro per asili nido, colonie climatiche e borse di studio

La Legge n. 44/12 di conversione del decreto fiscale, il D.L. n. 16/12 all’articolo 3, comma 6 bis ha riscritto l’esenzione Irpef individuata all’articolo 51, lettera f-bis del Tuir.

Versione precedente - Nella versione ante riforma si stabiliva che non concorrono a formare l’imponibile ai fini Irpef, le somme erogate dal datore di lavoro alla generalità dei dipendenti o a categorie di dipendenti, per frequenza di asili nido e di colonie climatiche da parte dei familiari, nonché per borse di studio a favore degli stessi familiari dei dipendenti.

Versione attuale - La norma è stata riscritta dal decreto fiscale convertito in Legge n. 44 del 2012, nel senso di una sua completa sostituzione per cui ora si prevede l’esenzione Irpef non solo delle somme, ma anche dei servizi e delle prestazioni erogate dal datore di lavoro alla generalità dei dipendenti o a categorie di dipendenti, per la frequenza degli asili nido e di colonie climatiche, nonché per borse di studio a favore dei familiari degli stessi dipendenti.

Beneficiari esenzione Irpef - Si attua così un ampliamento dei casi di esenzione Irpef, di cui destinatari sono tutti i dipendenti o categorie di dipendenti, includendovi quelli previsti dal Codice civile, come impiegati, quadri, operai e dirigenti e quelli individuati da una circolare del Ministero delle Finanze, Dipartimento Entrate, Uffici Giuridici, Serv. III., la n. 188 del 16 luglio 1998.

Circolare Mef – Nel documento datato 1998 si precisa che l'espressione "categorie di dipendenti", utilizzata dal legislatore, non va intesa soltanto con riferimento alle categorie previste nel codice civile (dirigenti, operai, etc.), bensì "a tutti i dipendenti di un certo tipo (ad esempio, tutti i dirigenti, o tutti quelli di un certo livello o una certa qualifica)".

Decreto fiscale – La norma del Tuir, riscritta dal decreto fiscale convertito in Legge n. 44/12, stabilisce come il regime di esenzione Irpef si applica allora non solo ai rimborsi per la retta dell’asilo nido o di colonie climatiche e borse di studio elargite dal datore di lavoro per i dipendenti e loro familiari, ma anche alle prestazioni e ai servizi intesi come la messa a disposizione di colonie climatiche e asili nido da parte della stessa azienda ai propri dipendenti e ai loro familiari così come anche i rimborsi, servizi e prestazioni relativi a borse di studio concesse ai familiari degli stessi dipendenti.
Tutte le news